5 anni con Fujifilm

E' stato amore a prima vista

Fujifilm pochi giorni fa ha presentato la sua ultima ammiraglia: la nuova fotocamera mirrorless XT2; mentre seguivo i vari post sull'argomento e leggevo le caratteristiche nei siti specializzati oltre a notare tutte le migliorie rispetto al modello precedente (la XT1 che ho anche io) ho realizzato che con le sue fotocamere X la casa giapponese ha avuto un'evoluzione che nessun brand di fotografia è riuscito a fare in pochi anni perchè proprio quest'anno il sistema X ha compiuto 5 anni. E anche io, come X user, ho compiuto gli stessi anni perchè nel 2010 ho acquistato la X100, che è stata la prima macchina fotografica di questo nuovo sistema ideata e prodotta da Fuji. 

E' stato amore a prima vista. 

La prima cosa che mi ha colpito è stato il suo look analogico(nasco come fotografo a pellicola, ho iniziato a fotografare con negativi e diapostive formato 35mm), la costruzione forte e robusta in metallo, la leggerezza, la discrezione e il mirino decentrato che fa tanto fotoreporter della vecchia scuola. Il mirino è ibrido, si può scegliere se "vedere" in modo analogico o digitale. Un'altra cosa che mi fa impazzire di questa macchina è l'obiettivo, un 23mm f2 che su questa Fuji equivale al 35mm, la lente perfetta per fare reportage e streetphotography.

Questa prima versione della "100" non era perfetta, aveva qualche problema. In primis l'autofocus che era un po' lento ma nonostante i suoi piccoli difetti le fotografie sono belle, reali e con quel mood anaogico che le rende uniche.

Poi, nel corso del tempo, Fuji ha continuato ad aggiornare il firmware, migliorando significativamente molte funzioni come la velocità dell'autofocus, poi ha eliminato bug ed ha inserito nuove funzioni. 

Qui sotto streetphotography a Firenze. 

 

Turisti orientali a Firenze

 

 

Ragazza a Firenze

Quando l'ho provata per la prima volta di notte senza cavalletto ad ISO alti ho avuto la conferma che avevo fra le mani qualcosa di unico. Le foto qui sotto sono a 2500 ISO.

 

Food Truck

 

Fototessera

Tutti mi dicevano "è una macchinetta"

Con questa macchina non mi sono limitato a fare street photography e a fare fotografie di viaggio ma l'ho usata anche per lavoro. Quando in molti mi dicevano "è una macchinetta" io testardo come sono non li ho ascoltati e me la sono portata dietro per un servizio fotografico di un matrimonio, così insieme alle Canon 5DM2 avevo anche la piccola Fuji.

Queste le ho scattate con la "macchinetta" 

Le migliori amiche della sposa

La sposa che si prova il vestito da sposa

Un caldo abbraccio dei neo sposi

Non sono così male, eh?!

Dalla X100 alla X100S

Dopo 4 anni ho venduto la X100, quella "natural" e ho acquistato il modello successivo: la X100S. Stessa macchina, stessa filosofia ma con molte differenze, le principali sono:

  • Sensore da 16,3 MPX
  • AutoFocus più veloce
  • Nuovo Processore EXR II
  • Mirino EVF ad alta definizione
  • scatto a raffica di 6 fotogrammi al secondo 

Ma la cosa più importante è stata il cambio di sensore. La X100 montava un CMOS bayer; la X100S invece è stata dotata dell' APS-C X-Trans CMOS II

Coppia a Milano

Milano di notte

Mare d'inverno

Avventori in una sala da the di Milano

Turista a Siena

Colonne di San Lorenzo a Milano

Lago di Lesina in Puglia

XT1 una mirrorless professionale

Sempre più convinto e ancora più entusiasta di Fujifilm ho deciso di dividere il mio corredo di lavoro in due: da una parte quello di sempre con la reflex e dall'altro con una mirrorless e ho scelto la XT1. Mi sono direzionato su questo modello perchè per il tipo di lavoro che svolgo e per i generi che prediligo la scelta migliore era, senza alcun dubbio, una macchina con il mirino centrale e con l'ergonomia "da reflex" rispetto agli altri modelli Fujifilm che sono equipaggiati di mirino laterale (XE2, XPRO1 etc....)

Cosa mi piace di più della XT1? 

  • la leggerezza del corpo macchina
  • il mirino elettronico che mostra in tempo reale come verrà la foto 
  • il display orientabile
  • il trasferimento delle foto via WIFI (comodissimo quando devo consegnare una parte del lavoro subito)
  • i colori vivi e reali
  • il rumore poco fastidioso ad ISO molto alti

Le prime due fotografie qui sotto, quelle al Mercato Centrale di Firenze, le ho scattate con il Fujinon 18-55 f2.8-4 e le ultime due, quelle dei bicchieri e della coppia al tavolo, con il nuovissimo obiettivo 35mm f2; al momento in accoppiata alla XT1 è la mia lente preferita.

Mercato centrale a Firenze

Ritratto fotografico di una ragazza al mercato di Firenze

Bicchieri da vino e bicchieri da cocktail in un ristorante di Firenze

Coppia di innamorati seduti al tavolo di un ristorante di Firenze

Gli altri lavori fatti con le Fuji (ritratto, food e altri lavori commissionati...) li potete vedere nel portolio e nei post precedenti del blog di questo sito.

Per quanti riguarda la XT2 le novità che mi hanno più colpito sono:

  • Doppio slot per schede SD
  • La nuova ergonomia e il nuovo battery grip 
  • Video a 4K

Non vedo l'ora di provarla. 

 

Con questo post non voglio convincere nessuno e tanto meno dire che questo è il sistema migliore al mondo. Come ho già detto e scritto in altre occasioni non esiste la macchina perfetta, ognuno sceglie in base al proprio gusto, alle proprie esigenze e al tipo di lavoro che dovrà svolgere.

Questa è la mia esperienza, tutto qui. 

Commenti (0)

    Inserisci un commento